Pasta con tonno, olive e capperi

0
11
pasta-tonno-olive-e-capperi

La pasta è un piatto goloso e irrinunciabile, e oggi sfatata la diceria che fa ingrassare è stata rivalutata e introdotta anche nei regimi alimentari finalizzati al dimagrimento. La cosa importante è non condirla con intingoli troppo elaborati e ricchi di grassi. Le ricette per preparare un buon primo piatto sono molte, una delle più famose, e tipicamente italiane è la pasta con tonno, olive e capperi. Un classico mediterraneo perfetto nei mesi estivi, infatti è ottima anche fredda.

Ingredienti per quattro persone

500 grammi di pasta a piacere: penne, spaghetti o ziti
400 grammi di passata di pomodoro
100 grammi di capperi sotto sale
100 grammi di olive nere denocciolate
100 grammi di olive verdi denocciolate
150 grammi di tonno al naturale
un’acciuga sotto sale
una manciata di basilico sminuzzato
una manciata di prezzemolo finemente tritato
due scalogni
uno spicchio di aglio
pepe nero macinato, olio evo, non mettete sale

Preparazione

Mettete i capperi a bagno almeno tre ore prima della preparazione del sugo; intanto preparate tutti gli ingredienti tagliati e sminuzzati ma teneteli separati, poi in un tegame largo mettete due cucchiai di olio evo e fate soffriggere a fuoco moderato gli scalogni, l’aglio e le olive per un paio di minuti, aggiungete il tonno, l’acciuga, e i capperi e fate soffriggere ancora per due o tre minuti, quando tutti gli ingredienti si sono insaporiti e amalgamati versate la passata di pomodoro.

Mescolate bene per due minuti circa e fate cuocere a fuoco basso per altri due minuti, a questo punto aggiungete il basilico, il prezzemolo, il pepe nero ma non salate, coprite e lasciate cuocere a fiamma bassissima. In una pentola mettete a bollire l’acqua per la pasta, quando prende bollore, aggiungete la pasta senza salare, per via della presenza nel sugo dei capperi che rilasceranno il sale necessario; scolate la pasta al dente e versatela nel tegame con il sugo e mescolate bene, potete servire questo piatto sia caldo che freddo. Questa ricetta va gustata in purezza senza parmigiano o pecorino aggiunti.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here