Come scegliere la giusta badante per un proprio parente

0
22
anziano

Nel momento in cui una persona della famiglia, ad esempio anziana o disabile, tende ad avere delle necessità talmente gravi da non poter gestire in autonomia le sue cure, diventa d’obbligo assumere una badante. La qual cosa per quanto conveniente non è molto semplice, per cui di seguito ti riportiamo alcuni consigli da seguire per scegliere l’assistente all’anziano nel migliore dei modi.

Individuare le necessità della persona che necessita di assistenza

Come prima cosa, per scegliere la badante, devi riconoscere le dirette necessità dell’anziano o della persona disabile. È una persona parzialmente autonoma? Ha bisogno di qualcuno che le pulisca casa? Che le prepari da mangiare? O ha bisogno anche di qualcuno che la aiuti nell’igiene e che le somministri Farmaci? A seconda delle risposte a queste domande, ti potrai regolare sulla scelta.

Le mansioni della badante

Rispondendo a queste domande saprai quindi indicare alle candidate per il posto quali saranno le loro mansioni. Ti serve infatti una badante esperta in quel determinato incarico, che sappia cioè effettuare il suo lavoro con dimestichezza e magari con delle referenze.

Questo ti serve per stare tranquillo ed avere la certezza che la persona assunta sia realmente d’aiuto a chi ne ha bisogno. Se stai cercando una badante a Torino, sappi che persone con skills ne trovi a milioni.

Assumi persone che hai conosciuto e non telefonicamente

L’assunzione di una badante non è una cosa difficile se impari a toccare i tasti giusti. Sicuramente le prime persone che incontrerai ti saranno consigliate dai tuoi amici o dai tuoi parenti. Il fatto è che il passaparola è utile fino ad un certo punto. La cura di una persona anziana richiede la presenza di badanti esperte che sanno quello che fanno e che amano il loro lavoro (insomma che non lo fanno solo per soldi), onde evitare spiacevoli sorprese. Per questo motivo sarebbe opportuno non concludere affari al telefono o tramite terze persone.

Fissa un colloquio di persona. Cerca di mettere delle inserzioni in cui spieghi esplicitamente che sei alla ricerca di badanti con esperienza e referenza positive. Fai un primo colloquio e non avere fretta di decidere. Il tuo colloquio con le candidate deve essere di persona.

Sottoponi le candidate a delle domande

Ti consigliamo, prima di incontrare le candidate, di preparare un foglio su cui segnare tutte le domande da sottoporre ai candidati. A seconda delle risposte che ti daranno ti regolerai in termini di preferenze.  

A questo punto devi cominciare a pensare seriamente alla situazione. Bisogna considerare tutto quello che ti è stato detto dai vari candidati. Chi ti conviene di più?

Inoltre non trascurare le preferenze dell’anziano. Anche lui deve dire la sua, perché la maggior parte del tempo, la trascorre lui con la badante. L’assistenza è per lui, quindi deve esprimere la sua simpatia e l’impatto a pelle che ha avuto con una delle candidate potrebbe essere un valido strumento di scelta. Se l’anziano annuisce, fa cenni con la testa o sorride, allora la badante potrebbe essere la persona giusta.

Quando optare per una persona esperta e con esperienza

Come detto in linea generale dovresti sempre scegliere una persona che si è fatta già le ossa in questo mestiere. Ma dare la possibilità a nuove leve non è mai una scelta negativa. Il problema sussiste tuttavia se l’anziano che necessita di cure ha bisogno di attenzioni particolari. Ad esempio se ha qualche patologia, se sta a letto, se necessita di cure mediche. In questo caso scegliere qualcuno che presti assistenza con un titolo (operatore socio sanitario ad esempio) o che ha esperienze decennali nel settore, potrebbe giocare a tuo vantaggio e rendere più semplice tutto il rapporto badante-anziano.