Perché fare un check-up completo

0
17
check-up

Quanto è importante la prevenzione in ambito medico? Tantissimo, anzi è fondamentale. C’è una frase che sicuramente riassume quanto sia utile prestare sempre la massima attenzione alla propria salute e al proprio benessere, prima che intervengano delle situazioni spiacevoli, ovvero “prevenire è meglio che curare”.

È abbastanza facile intuire come, di solito, la tendenza che si segue è quella di fare degli esami e delle visite solo ed esclusivamente nel momento in cui comincia a manifestarsi un determinato problema, che può essere chiaramente più o meno grave.

Al giorno d’oggi, quindi, non è affatto considerata come una buona abitudine da rispettare: infatti, nel momento in cui ci si sente in forze e non si ha alcun problema di salute, rischia di dimenticarsi completamente di questo aspetto, anche se la prevenzione è veramente importante. Anzi, si può considerare quasi un vero e proprio stile di vita.

Dove svolgere un check up completo

Per tutti coloro che dovessero fare un check up completo uomo a Parma, il consiglio migliore è quello di rivolgersi alla piattaforma radiologiapasta.it, che offre la possibilità di sottoporsi ad un percorso clinico completo sotto ogni punto di vista. Un vero e proprio servizio innovativo, visto che ogni esame viene svolto con cura e dovizia di particolari. Quanto dura un check up completo diagnostico? All’incirca 60 minuti e, al termine di tale tempistica, vengono consegnati tutti i diversi referti alla persona che si è sottoposta a tutti questi esami.

A cosa serve un check.up completo

Si tratta di un percorso clinico che mira a individuare, in maniera anticipata ovviamente, eventuali malattie mediche che si stanno sviluppando nel corpo umano, ma per un motivo o per l’altro, non sono ancora visibili. Si tratta di un importantissimo mezzo di prevenzione, che in ambito sanitario viene consigliato con cadenza annuale, soprattutto in riferimento all’organismo maschile.

Quali esami compongono un check up completo?

Per quanto riguarda le persone di sesso maschile, gli esami che fanno parte di un percorso diagnostico completo sono i seguenti. Si parte da una radiografia rx al torace. Si tratta di un’indagine radiografica che va a approfondire lo stato in cui si trovano i polmoni, ma anche il cuore e alcune componenti scheletriche che fanno parte della colonna vertebrale, ovvero vertebre e coste. Da questo esame si possono individuare molto facilmente neoplasie, piuttosto che lesioni di origine traumatica, ma anche polmoniti e cardiopatie.

Nell’elenco degli esami va inserita anche l’ecografia alla tiroide, che mira ad effettuare una diagnosi e prevenzione efficaci rispetto ai noduli che possono formarsi alla tiroide. Importante anche l’esame ecodoppler TSA. Si tratta di un esame non invasivo che mira ad approfondire lo stato di salute dei vasi sovraortici, prendendone in considerazione in modo particolare l’anatomia e il decorso. Importante soprattutto in tema di prevenzione rispetto a ictus e aterosclerosi.

L’ecografia all’addome superiore è ottima per indagare su potenziali problemi che possono andare a colpire il fegato, ma anche tutti gli altri organi circostanti, come reni, milza, pancreas e così via. L’ecografia all’addome inferiore e alla prostata, invece, si concentra sull’analisi della situazione che caratterizza il basso ventre. Nelle donne, invece, questo esame è definito ecografia all’addome inferiore e alle pelvi, visto che va ad analizzare lo stato degli organi pelvici femminili. Complessivamente, spesso vengono aggiunti anche dei generali esami del sangue di controllo e prevenzione.