Il boom delle criptovalute: cosa sono e quanto dureranno?

0
143
criptovalute

Le criptovalute stanno interessando sempre di più il mercato, gli investitori e anche coloro che vogliono entrare in questo settore acquistando Bitcoin, Ethereum oppure altre valute digitali.

Nel corso degli ultimi anni, le criptovalute sono state un forte argomento di discussione, specie quando a metà del 2020 hanno iniziato a fare un vero e proprio rally in borsa. Le principali valute digitali infatti, hanno guadagnato anche oltre il 300% il loro valore di meno di un anno fa.

Ma cosa sono esattamente le criptovalute e quanto durerà il loro rally? Scopriamolo insieme.

Criptovalute: cosa sono esattamente?

Cosa sono esattamente le criptovalute? Le criptovalute o valute digitali sono una forma di denaro non vincolato alle Banche Centrali, non stampabile, completamente decentralizzato e nella maggior parte dei casi emesso grazie a un sistema di blockchain.

Le criptovalute possono essere usate come strumento finanziario, ossia comprate e vendute in base al loro valore, si possono usare per fare trading online, oppure possono essere impiegate come metodo di pagamento.

Tra le valute digitali più famose c’è sicuramente il Bitcoin. I BTC o Bitcoin non vengono emessi da una Banca Centrale e hanno un valore che dipende dall’andamento del mercato, quindi altamente volatile.

Per emettere i BTC, i miner devono “minare” i blocchi della blockchain per estrarre i codici che poi rappresentano ogni bitcoin. Queste operazioni vengono eseguite sfruttando l’energia elettrica che serve a utilizzare potenti elaboratori di calcolo che sono essenziali per minare il blocco.

Dopo che i BTC vengono minati questi vengono immessi sul mercato e possono essere acquistati da aziende, investitori istituzionali e clienti retail.

Il problema delle criptovalute: la volatilità

Una delle problematiche principali delle valute digitali, come il Bitcoin, è sicuramente la loro volatilità. Le criptovalute possono essere molto volatili e instabili sia positivamente sia negativamente.

Infatti, nel corso degli ultimi mesi il BTC ha fatto una corsa raggiungendo un prezzo di 60 mila dollari. Ma sono bastate le dichiarazioni di Elon Musk e il ban della Cina, per riportare il loro valore a 40 mila dollari in meno di 24 ore.


Detenere le criptovalute, come i Bitcoin, può essere dunque complesso (in quanto bisogna conservarle su appositi wallet ossia portafogli digitali). Inoltre, è pericoloso proprio per quanto riguarda la loro volatilità e per il fatto che è molto semplice, guadagnare o perdere molti soldi anche in pochi giorni.

La volatilità però può essere sfruttata per investire nelle criptovalute attraverso alcune strategie di investimento come ad esempio il trading online, che permette di aprire delle posizioni sull’asset attraverso il mercato secondario, senza acquistare direttamente le valute digitali.

Quanto dureranno le criptovalute?

Nessuno può sapere quanto dureranno le criptovalute, se saranno veramente la moneta e il mezzo di pagamento del futuro o sé a un certo punto l’asset alla fine si assesterà portando le valute digitali nel dimenticatoio.

Un paio di anni fa, ci sono stati diversi economisti che hanno decretato nel breve periodo la “morte” delle valute digitali. Ma i recenti aumenti di valore e soprattutto l’interesse da parte degli investitori istituzionali e delle banche ha portato sempre più persone a credere che invece questo asset è destinato a durare a lungo.

Essendo un asset determinato comunque dalla legge della domanda e dell’offerta, non si possono fare previsioni sul lunghissimo periodo. In quanto, infatti, non è possibile sapere se le criptovalute acquisteranno sempre più valore e potere sul mercato oppure se queste all’improvviso non saranno più interessanti per gli investitori.

Quindi comprare o no le criptovalute? Sicuramente tutto dipende dalla propria strategia d’investimento. Il consiglio è di sfruttare questo asset sul breve o medio periodo. In attesa di comprendere più facilmente se le criptovalute dureranno o meno ancora a lungo.