Piede diabetico: cos’è e come si cura

0
160
piede diabetico

Cos’è il piede diabetico? Come si cura? Sono tante le persone che si fanno questa domanda. Nelle prossime righe, abbiamo raccolto le risposte a questi interrogativi.

Cos’è il piede diabetico?

Quando si parla di piede diabetico, si inquadra una complicanza della patologia metabolica. A livello clinico, la problematica si manifesta con l’insorgenza di escoriazioni a livello cutaneo. Come evidenziato da diversi studi scientifici, il piede diabetico è annoverato tra le prime cause di amputazione del piede in età adulta.

Diagnosi

Il compito di effettuare la diagnosi di piede diabetico spetta al diabetologo. L’esperto in questione formula il suo parere in merito alla situazione clinica del paziente a seguito dell’analisi dei sintomi. Quali sono quelli che devono mettere in allarme? Oltre alle ulcere e alle escoriazioni, è bene prendere in considerazione anche manifestazioni come i formicolii, le difficoltà nel camminare, l’insorgenza di chiazze rosse non solo a livello del piede ma anche delle gambe.

Come si tratta?

A questo punto, è naturale chiedersi come si debba procedere per trattare il piede diabetico. Gli esperti sono concordi sul fatto che la principale strada da seguire sia la prevenzione. Nel momento in cui si viene a conoscenza della diagnosi di diabete, è necessario accordarsi con gli esperti dai quali si è seguiti per effettuare controlli periodici al piede. Questo vuol dire, per esempio, avere cura di intercettare in tempo eventuali segnali di neuropatia.

Un caso che merita attenzione è quello delle ulcere neuropatiche che, attraverso una procedura che può essere concretizzata senza problemi in ambulatorio, vanno rimosse soprattutto se sono accompagnate dalla presenza di callosità.

Quando si parla del trattamento del piede diabetico, un doveroso cenno deve essere dedicato alla scelta delle calzature giuste. Esistono modelli come le scarpe Yda Optima che si adattano perfettamente alle esigenze cliniche di chi ha a che fare con questa fastidiosa complicanza.

Che caratteristiche hanno? Iniziamo con il dire che, in questo frangente specifico, si ha a che fare con una calzatura adatta al piede diabetico di primo livello. A seconda della gravità della propria situazione, le peculiarità delle scarpe possono cambiare, motivo per cui è importante chiedere consiglio al proprio diabetologo di fiducia.

In questa circostanza, tra le caratteristiche che si possono apprezzare rientra la suola biomeccanica, che garantisce il massimo controllo del movimento. Da non dimenticare è anche il plantare removibile, grazie al quale è possibile parlare di un vero e proprio processo di defaticamento del piede.

Il trattamento del piede diabetico prevede anche il ricorso a farmaci? In alcuni casi, ovviamente previa prescrizione medica, possono essere assunti. Di quali medicinali si parla nello specifico? Innanzitutto degli antibiotici. Questa classe di farmaci può trovare indicazione nel trattamento del piede diabetico nelle situazioni in cui risulta necessario intervenire tempestivamente contro il patogeno che ha causato l’insorgenza dell’infezione.

Da non dimenticare è anche la possibilità di ricorrere, in caso di dolore cronico, a una terapia farmacologica ad hoc. Proseguendo con l’elenco delle opzioni di trattamento del piede diabetico, un doveroso cenno deve essere dedicato all’ossigenazione iperbarica. Grazie a questa terapia, è possibile ottimizzare il processo di cicatrizzazione delle ferite facendo arrivare, nella zona delle lesioni, una quantità di ossigeno superiore alla norma.

Concludiamo facendo un cenno ai casi di ricovero ospedaliero e facendo presente che sono necessari nelle situazioni in cui il paziente ha a che fare con un’ischemia critica. Lo stesso vale anche quando si parla di infezione grave. I pazienti con diagnosi di piede diabetico dovrebbero essere ospedalizzati pure nelle circostanze in cui incontrano difficoltà nel portare avanti a domicilio le indicazioni fornite per la terapia.