Gli aspetti da valutare quando si sceglie di comprare una bici da corsa usata

0
91
bici

Avete intenzione di avvicinarvi al ciclismo su strada? Allora è chiaro che dovreste puntare all’acquisto di un nuovo modello che possa rispondere al meglio a tali nuove esigenze. Individuare la bici da corsa più adatta alle proprie necessità e preferenze, però, non è affatto uno scherzo, dal momento che serve anche considerare l’esborso di carattere economico.

Di conseguenza, per acquistare una bici da corsa serve un importante investimento spesso e volentieri e, di conseguenza, sempre più persone si stanno rivolgendo al mercato dell’usato, proprio per individuare una soluzione dal rapporto tra qualità e prezzo più vantaggioso. Dove trovare delle valide bici da corsa usate? Sul web ci sono numerose piattaforme, come ad esempio Mondobicistore.com, che offrono la possibilità di concludere l’acquisto di simili modelli, dotati davvero di ottima qualità.

Si parte sempre dalla valutazione del telaio

Il primo passo è sempre quello di verificare con la massima attenzione il telaio di una bici da corsa usata. Il consiglio migliore da seguire è quello di controllare con grande solerzia anche i segni più piccoli. Insomma, bisogna ispezionare ogni centimetro del telaio della propria bici. Attenzione anche alla presenza di eventuali difetti presenti nella struttura. Infatti, se doveste trovare una crepa di ridotte dimensioni, ecco che

Lo sterzo e l’attacco di un telaio

Nel momento in cui si deve comprare un modello di bici da corsa usata del tutto particolare, è fondamentale provvedere all’analisi delle caratteristiche tecniche. Si tratta di una serie di informazioni che si possono facilmente reperire, in gran parte dei casi, sul portale online del marchio produttore.

Quindi, ecco che si dovrà fare un confronto tra le specifiche della bici originale con quelle che caratterizzano la bici usata che si sta verificando. Nel caso in cui doveste notare la presenza di qualche differenza del tutto particolare, come una forcella molto diversa, bisogna subito domandare al venditore il motivo. Stesso discorso quando si notano delle componenti della bici che sono state sostituite nel corso del tempo.

Un altro passaggio molto importante è quello di verificare sempre con la massima cura gli attacchi sul telaio. Tutto ciò che è collegato alla struttura, a partire dalle viti fino ad arrivare ai rivetti, senza dimenticare i passacavi, deve essere oggetto di apposito controllo.

Lo stato di ruote, cerchi e sella

Un altro ottimo suggerimento da seguire è quello di verificare sempre che i cerchi si trovino in un ottimo stato. In modo particolare, è necessario controllare che siano ben centrati e, al tempo stesso, anche i copertoni devono essere sempre in discrete condizioni.

Nel momento in cui si effettua la verifica delle ruote, ecco che si suggerisce di stare molto attenti all’eventuale presenza di ruggine proprio nei pressi dei fari dei raggi. Utile anche tenere sotto controllo le ganasce dei freni, che potrebbero, con il passare del tempo, aver usurato in maniera importante le piste frenanti dei cerchi, formando delle vere e proprie incisioni.

Un ottimo sistema che si può sfruttare per comprendere se la ruota è effettivamente centrata o meno, è quello di effettuare la misurazione della distanza che intercorre tra i pattini dei freni e il bordo che caratterizza il cerchio. A questo punto, provate a muovere la ruota con molta lentezza ed eventuali differenze saranno palesi fin da subito. Con i cerchi realizzati in carbonio, invece, si consiglia di controllare sempre che non ci siano delle crepe.

Ottimo anche il suggerimento di porre la massima attenzione sullo stato in cui si trova la sella. Quest’ultima deve funzionare in maniera ottimale: provate, ad esempio, a sollevare il mezzo e poi lasciarlo andare. Non serve raggiungere grandi altezze, ma è sufficiente qualche centimetro: concentratevi sul rumore prodotto quando la bici scende: se si avverte un rumore sferragliato, ecco che potrebbe esserci qualche problema.