Sigarette elettroniche nocive: lo studio condotto negli USA

0
41

I ricercatori della Harvard TH Chan School of Public Health hanno realizzato un nuovo studio pubblicato online su Environmental Health Perspectives. Il team ha scoperto che la popolare sigaretta elettronica, e i prodotti venduti, per ora in tutti gli Stati Uniti, sono stati contaminati da tossine batteriche e fungine.

La ricerca sulle sigarette elettroniche

La ricerca ha esaminato 75 prodotti e-cigarette popolari, liquidi elettronici, materiale ricaricabile e cartucce, monouso. Gli scienziati hanno scoperto che il 27 per cento conteneva tracce di endotossina, un agente microbico trovato su batteri Gram-negativi. L’81 per cento conteneva tracce di glucano che si trova nelle pareti cellulari della maggior parte dei funghi. Il contatto con queste tossine microbiche è stato collegato a una miriade di problemi di salute nell’uomo, tra cui asma, ridotta funzionalità polmonare e infiammazione.

Elkan Blout, professore di genetica ambientale e autore senior della ricerca ha detto che l’endotossina batterica gram-negativa nell’aria e i glucani derivati ​​da funghi hanno dimostrato di causare effetti respiratori acuti e cronici in ambienti lavorativi e ambientali. Trovare queste tossine nei prodotti di sigarette elettroniche aumenta le crescenti preoccupazioni sul potenziale effetto avverso respiratorio negli utenti.

Negli ultimi anni c’è stato un aumento nell’uso delle sigarette elettroniche, in particolare tra gli studenti delle scuole medie e superiori. Nel 2018, si stima che più di tre milioni di studenti delle scuole superiori usassero le sigarette elettroniche, rispetto alle 220.000 del 2011.

I risultati dello studio

Dopo le indagini, i risultati dei ricercatori hanno dimostrato che 17 prodotti su 75 (23%) contenevano concentrazioni rilevabili di endotossina. 61 prodotti su 75 (81%) contenevano concentrazioni rilevabili di glucano. Ulteriori analisi hanno mostrato che i campioni di cartuccia presentavano concentrazioni di glucano 3,2 volte più elevate rispetto ai campioni di e-liquid.

Le concentrazioni di glucano erano anche significativamente più elevate nei prodotti a base di tabacco e mentolo che in prodotti a base di frutta. Il che indicava che le materie prime utilizzate nel prodotto degli aromi potrebbero essere una fonte di contaminazione microbica.

Il team ha sottolineato che la contaminazione dei prodotti potrebbe essersi verificata in qualsiasi momento durante il prodotto degli ingredienti o il prodotto finito di sigarette elettroniche. I ricercatori hanno ipotizzato che gli stoppini in cotone usati nelle cartucce per sigarette elettroniche potrebbero essere una potenziale fonte di contaminazione poiché sia ​​l’endotossina che il glucano sono noti contaminanti delle fibre di cotone.

L’autore principale dello studio e ricercatore, Mi-Sun Lee, ha affermato che oltre a inalare sostanze chimiche dannose, gli utenti di sigarette elettroniche potrebbero anche essere esposti a contaminanti biologici come l’endotossina e il glucano. Ha aggiunto che queste nuove scoperte dovrebbero essere considerate quando si sviluppano politiche di regolamentazione per le sigarette elettroniche.