Perché mangiare salmone fa bene alla salute

0
117

Frutti di mare e pesci come salmone, tonno e gamberetti sono noti per i loro benefici per la salute. Sono tutti pesci con una ricca fonte di acidi grassi omega-3 e proteine ​​di alta qualità. Contiene anche molti minerali importanti tra cui zinco, iodio e fosforo.

Mangiare pesce regolarmente aiuta a ridurre il colesterolo e ridurre il rischio di malattie cardiache. Tra questi, il salmone contiene elevate quantità di acidi grassi omega-3, responsabili del mantenimento di un cuore sano e del miglioramento della salute generale. Anche il salmone è benefico per il corretto funzionamento cognitivo.

Il salmone migliora la salute generale del cuore

Il salmone ha molti benefici sul miglioramento della salute generale, incluso quello del cuore. Esso è ricco di acidi grassi omega-3, tra cui acido docosaesaenoico (DHA) ed acido eicosatetraenoico (EPA). Secondo Simon Stertzer , un esperto di cardiologia leader a livello mondiale, l’Omega-3 è noto per gli effetti terapeutici sulla salute del cuore in quanto:

  • Aiuta a prevenire il battito cardiaco irregolare.
  • Riduce il grasso nel sangue.
  • Rende meno probabile la coagulazione del sangue.
  • Lenisce l’infiammazione.
  • Regola il ritmo cardiaco.

Controlla il livello del colesterolo

La dieta del salmone come spiegato poc’anzi è nota per avere molti benefici sulla salute del cuore. Questi effetti positivi sono principalmente dovuti all’impatto che ha sulla massa grassa e sul profilo generale di colesterolo.

L’Omega-3 presente nel salmone ricco di DHA e EPA riduce i livelli di grassi nel sangue (trigliceridi) e aumenta le lipoproteine ​​ad alta densità (HDL). Ciò si traduce in un miglioramento della salute del cuore. Oltre a ciò, riduce il rischio di malattie cardiovascolari.

La dieta ricca di omega-3 aiuta a ridurre le lipoproteine ​​a bassissima densità (VLDL) – una proteina responsabile della promozione della formazione di depositi di grasso nelle pareti arteriose. Gli studi hanno dimostrato che l’omega 3 aiuta a rimuovere i depositi di VLDL nelle arterie.

Le inibizioni dell’infiammazione

L’infiammazione è la risposta dell’organismo a stress, lesioni o infezioni. Appare sotto forma di arrossamento o gonfiore spesso con sintomi caldi e dolorosi. Un’altra causa di infiammazione può essere la reazione del corpo a una sostanza potenzialmente dannosa. Ma in alcuni casi, le malattie croniche possono anche scatenare un’infiammazione estrema e prolungata che funge da segnale dal sistema immunitario del corpo.

Mangiare pesce grasso, come il salmone, dunque può rafforzare il corpo contro gli effetti infiammatori. Come accennato in precedenza, le proprietà antinfiammatorie del salmone sono dovute alla sua ricchezza in acidi grassi omega-3.

Aumenta la salute del cervello

L’acido docosaesaenoico (un acido grasso omega-3 più comunemente presente nei pesci grassi come il salmone) è noto per avere effetti positivi sulla salute del cervello. Infatti, un livello normale di DHA è vitale per il corretto funzionamento del cervello, mentre livelli più alti di questo composto assicurano una migliore salute cognitiva.

Alcuni studi hanno anche dimostrato che esiste una forte connessione tra bassi livelli di DHA e un declino nel funzionamento cognitivo per un periodo di dieci anni. Mangiare due o tre porzioni di salmone alla settimana aiuterà ad aumentare i livelli di DHA che impediranno il declino cognitivo tra cui il morbo di Parkinson, la demenza senile e il morbo di Alzheimer.