Couscous di cavolfiore alle spezie

0
112
Couscous di cavolfiore alle spezie

SENZA GLUTINE, SENZA CARBOIDRATI COMPLESSI, DIGERIBILE E ANTI CANCRO. UNA NUOVA RICETTA CHE ACCONTENTA TUTTI IN FAMIGLIA.

Considerate verdure povere e non molto apprezzate dalla maggior parte delle persone (alzi la mano chi non ha mai sbuffato di fronte ad un piatto di cavolfiori o di broccoli!), i cavoli e tutta la famiglia delle crucifere costituiscono, invece, una vera e proprio barriera anticancro, grazie ai glucosinolati.

Queste molecole, nel corso della masticazione che rompe la parete delle cellule vegetali, si mescolano ad altre sostanze, tra cui un enzima, la mirosinasi, inducendo così la produzione di una potente molecola anticancro, il sulforafano. In sostanza, nel vegetale intero le sostanze benefiche sono allo stato latente e solo la masticazione provoca la loro attivazione e il loro rilascio.

Diventa quindi importante non sottoporre il cavolo a cotture prolungate per non deteriore la mirosinasi. Occhio anche al congelamento: i prodotti in busta (tanto comodi perché già puliti) vengono spesso sbollentati a temperature elevate prima di essere congelati, e anche questo procedimento può ridurne l’apporto nutritivo (problema che, invece, non sussiste per gli altri tipi di vegetali). 

L’altra sera, consapevole del fatto che i membri della mia famiglia fanno parte della fazione anti-crucifere, ho sperimentato un piatto davvero geniale: il couscous di cavolfiore! Sì, perché quello che vedete in foto e che si presenta come un comunissimo couscous di grano duro altro non è che cavolfiore crudo sminuzzato con il robot da cucina!

Una volta sminuzzato (facendo attenzione a non creare una poltiglia), si può spadellare velocemente in padella (anche solo per riscaldarlo, viste le temperature), dopodiché libero spazio alla vostra fantasia per quanto riguarda il condimento.

Il risultato sarà un piatto unico (se deciderete, ad esempio di unire dei legumi) o un contorno che non solo non contiene glutine ma è anche totalmente privo di carboidrati complessi. E volete saperne un’altra? Il cavolfiore crudo è molto più digeribile di quello cotto! 

A casa mia? Un successone! Ovviamente ho svelato l’ingrediente segreto solo dopo l’assaggio. 😉

Ingredienti per 2 persone:

  • 1/2 cavolfiore
  • 150g di ceci lessati
  • 1 manciata di cranberries disidratati 
  • 1 cucchiaio di olio di cocco (o altro olio di semi)
  • 1 manciata di nocciole
  • 1 cucchiaio di anacardi
  • la scorza grattugiata di 1/2 arancia
  • 1/2 cucchiaino di peperoncino in polvere
  • coriandolo fresco

Per la salsa:

  • 1 tazzina di latte di cocco
  • 1/2 cucchiaino di curry in polvere 
  • 1 pizzico di cannella
  • sale

Preparazione

  • Tostare le nocciole e gli anacardi in una padella antiaderente e tritarli grossolanamente.
  • Mescolare tuti gli ingredienti della salsa e aggiustare di sale.
  • Saltare i ceci in un goccio di olio extravergine d’oliva a fiamma vivace per pochi minuti.
  • Tritare le cimette di cavolfiore pulite (devono essere perfettamente asciutte!) nel robot da cucina facendo attenzione a non ridurrlo in poltiglia (dovrà, appunto, assomigliare al couscous).
  • In un’ampia padella antiaderente, riscaldare un filo d’olio extravergine d’oliva e farvi saltare, a fiamma vivace, il couscous di cavolfiore con una presa di sale. Mescolare in continuazione fino a quando si inizieranno a vedere i primi chicchi dorati (non dovrà cuocere troppo, mi raccomando!). Togliere dal fuoco e unire i ceci, le noci e le spezie. Condire con parte della salsa e insaporire con una manciata di coriandolo fresco tritato.
  • Aggiustare di sale e servire con la salsa rimanente a parte.