NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Mangi meno e ingrassi: la verità sul dimagrimento
3.5/5 rating (4 votes)

il Venerdì, 09 Ottobre 2015. Postato in Cardio, Massa, Salute, Sport, Calorie

Riviste di gossip, programmi tv, settimanali sportivi ci propongono continuamente "diete” facili promettendoci dimagrimenti rapidi ed indolori. Ma è proprio cosi?

Mangi meno e ingrassi: la verità sul dimagrimento

"Sto seguendo la dieta del passerotto e ho perso già 3 kg”, “ Io con la dieta dell’alta marea ne ho persi 6 in un mese!”...Quante mode alimentari si susseguono periodicamente? Si potrebbe stilare una hit parade delle più stravaganti! Riviste di gossip, programmi tv, settimanali sportivi ci propongono continuamente "diete” facili promettendoci dimagrimenti rapidi ed indolori. Ma è proprio cosi? Chi le ha provate assicura una discesa di peso vertiginosa in poco tempo.
Ma siamo sicuri di aver perso grasso? Siamo sicuri che il calo indicato dalla bilancia non sia dovuto alla perdita di muscolo, acqua o quant’altro?


Qualcosa di reale c’è. Tutte le diete VLCD (Very Low Calories Diet = diete a bassissimo regime calorico) garantiscono un calo immediato di peso, ma bisogna capire a cosa sia dovuta quella discesa, grasso o cosa? In effetti qualche interrogativo bisogna porselo: si perdono soprattutto muscoli che invece dovrebbero essere i nostri alleati per il dimagrimento in quanto avere una massa muscolare maggiore aiuta l’attivazione del nostro metabolismo. Più muscoli abbiamo, più bruciamo insomma!


Perdere peso e dimagrire sono la stessa cosa?

Affinché un programma alimentare possa essere efficace è necessario che lavori su 2 fronti: perdita di grasso e mantenimento della massa muscolare.
Tutto l’opposto di quello che avviene con diete sbilanciate, iperproteiche, povere di nutrienti, che permettono si un rapido risultato, ma con l’effetto indesiderato di recuperare il peso perso altrettanto velocemente a discapito, ahimè, della salute! Non basta scendere di peso per dimagrire dunque, ma è necessario modellare il corpo e fare in modo che vi sia in quel calo un effettivo mantenimento della massa muscolare metabolicamente più attiva rispetto a quella grassa.

Ho perso peso o sono solo disidratato?

È una delle domande che bisogna porsi quando otteniamo un dimagrimento dopo una dieta fortemente ipocalorica, iperproteica e a basso contenuto di carboidrati.
Già perché senza di essi (Oh mio Dio, la pasta mai, sacrilegio!) il corpo tende a perdere acqua: 1 g dei tanto temuti carboidrati trattiene 3,5 g di liquidi intracellulari e in loro prolungata assenza si vengono a creare i corpi chetonici, frutto di un metabolismo irrisolto dei lipidi, che devono essere prontamente eliminati con un surplus di urina. Spesso poi il “ fai da te” ci porta ad eccedere con sostanze diuretiche (tè verde, ribes nero, carciofo, rosmarino, curcuma, rafano nero radice, cardo mariano, ginepro...) che non fanno altro che enfatizzare il processo di disidratazione.


Che bello, peso di meno! Ma dove sono i miei muscoli?

Perché è cosi controproducente perdere massa muscolare? Quando portiamo avanti regimi calorici troppo stretti il corpo avverte tale carestia come un segnale di pericolo e cerca soluzioni al fine di salvaguardare le funzioni vitali. Il grasso non ha solo il difetto di essere esteticamente brutto da vedere, ma nasconde anche lati positivi. Difatti una parte di esso viene definito “ grasso essenziale” perché ha delle peculiarità che lo rendono fondamentale per la sopravvivenza, ed è pericolosissimo scendere oltre certi limiti poichè:
ha funzione meccanica per alcuni organi vitali( cuore, fegato, reni, cervello)
ha funzione termica( isolamento dal freddo)
ha funzione energetica

“ Meno mangio , più ingrasso”

Potrebbe sembrare paradossale, ma è proprio ciò che avviene quando si perdono i muscoli. Si assiste infatti ad un rallentamento del metabolismo basale, ovvero della quota energetica necessaria all’organismo per svolgere le normali azioni vitali, il contrario di ciò che dovrebbe accadere se si vuole dimagrire, ovvero bisognerebbe dare una sterzata al corpo trasformandolo in una “ fornace metabolica”.

Qual è allora il segreto?

Trovare il giusto compromesso tra calorie tagliate mediante un deficit calorico e calorie bruciate grazie all’attività fisica. La cosa da evitare sarà sicuramente il “ fai da te” affidandosi ad un buon preparatore che sappia indirizzarci verso la strada più sicura e soprattutto efficace.
La pozione magica non la troviamo su internet o sulle riviste di moda, ma il segreto è la combinazione tra allenamenti mirati e strategie alimentari oculate. Il corpo va educato, deve diventare una macchina in grado di bruciare anche a riposo.

 

L'Autore

Cristian Barone

Si definisce un terrone - siciliano espatriato al nord ed innamorato di Milano, città dove ha sede la palestra per la quale lavora, Getfit. Laureato in scienze e tecnologie del fitness e dei prodotti della salute, specializzato in nutrizione sportiva e massaggiatore, ama tutto ciò che ha a che fare col movimento, la salute , il benessere, ma non disdegna mai un buon piatto di pasta, un tagliere con gli amici o un bicchiere di vino.
Volete vederlo felice? Dategli un bilanciere da sollevare, dei dischi da spostare, una bici per poter pedalare, e la juve da tifare!

Cristian Barone

Leave a comment

You are commenting as guest.