NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Frutta e verdura: una miniera di salute
4.7/5 rating (3 votes)

il Mercoledì, 13 Maggio 2015. Postato in Nutrizione, Salute, Biologico

La frutta a la verdura grazie alle loro proprietà antinfiammatorie e antiossidanti, interferiscono sulla biochimica dell'organismo e lo difendono da patologie e radicali liberi

Frutta e verdura: una miniera di salute

Considero la frutta e la verdura una miniera di virtù salutistiche, i pilastri essenziali della dieta mediterranea perchè sono un’importante fonte di numerosi composti vegetali.
Contengono fibre solubili, insolubili, sali minerali, antiossidanti e vitamine del gruppo B, importanti per il corretto metabolismo energetico e il sistema nervoso centrale. La scienza, negli ultimi anni, si è concentrata su un'altra classe di sostanze vegetali fitochimiche come polifenoli, flavonoidi, fitonutrienti.
Quest'ultimi non ci danno energia, ma sono in grado di interferire ai massimi livelli sulla nostra biochimica, dando degli effetti estremamente interessanti alle nostre cellule, in grado di migliorarne la longevità.
Il mio consiglio è quello di non trascurarli assolutamente in un regime alimentare quotidiano poiché apportano sostanze benefiche per il nostro organismo e ci difendono dai radicali liberi e da numerose patologie. Inoltre, studi epidemiologici hanno dimostrato che un aumento del consumo di verdura è collegato ad una riduzione del rischio cardiovascolare, proprio grazie all’elevato apporto di fitonutrienti, (fitochimici), polifenoli dalla potente attività antiossidante.
Ai flavonoidi invece, che sono un particolare tipo di composto, sono attribuite proprietà antinfiammatorie. Consiglio di non mangiare la frutta dopo i pasti principali in quanto causa un rallentamento della digestione e inibisce l'assimilazione delle proteine e dei nutrienti; poi vi sono altri disturbi, tra i quali meteorismo, fermentazione, gonfiore addominale, pesantezza nello stomaco; meglio quindi consumarla come spuntino. Consiglio anche di preferire frutta e verdura biologica, proveniente da agricoltura sostenibile o biodinamica, a km 0 (filiera corta) per evitare di introdurre pesticidi, diserbanti e altre sostanze dannose per il nostro organismo.

sebastiano-sessa-educatore alimentare

L'Autore

Sebastiano Sessa

Moro, occhi verdi e un fisico scolpito quello di Sebastiano Sessa, siciliano con una lunga esperienza nel settore del fitness. Ex modello, oggi è Personal trainer ed educatore alimentare, specialista in nutrizione e scienza dell'integrazione. Fa anche consulenza personalizzata per quanto riguarda la Dieta a Zona. Ama andare in bici e nuotare (e anche istruttore). Potete contattarlo al Cell: 3406786249

Sebastiano Sessa

Leave a comment

You are commenting as guest.