NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo

Pistacchi e frutta secca per uno snack sano e goloso
0.0/5 rating (0 votes)

il Venerdì, 06 Giugno 2014. Postato in Il Blog di Tiziana Fanelli

Ricchi di polifenoli, i pistacchi combattono i radicali liberi e fanno tornare anche il buonumore. Parola di Tiziana, ma anche della scienza.

Pistacchi e frutta secca per uno snack sano e goloso

Un pistacchio? No, 60gr, grazie! Le preoccupazioni di ingerire troppe kal scompaiono rispetto alla sorpresa dei benefici che derivano dal nutrirsi con la frutta secca. Attenzione però, prima cercate di capire quale tipologia il vostro organismo riesce meglio a tollerare.
In seguito al mio test per le intolleranze alimentari, so di essere 0% immune a mal di stomaco e intolleranza da arachidi tostate, anacardi e pistacch, mandorle e noci.

Via libera a snack di frutta secca!(con moderazione certamente).
Non pongo piu limite, al momento dello snack, ai pistacchi e poco importa se sono in aereoporto e devo fare quel suono li "pist" ( dal quale per altro ne deriva il mome). Meglio l'imbarazzo di snack bizzarri che quello della prova costume al mare qualche ora di volo dopo (se la tua direzione è la Puglia dove ero diretta io)!

tiziana2
 

 

Insomma, ho visto gente ingurgitare torte al cioccolato con gelato alla crema come contorno e pesare oltre i 100 kg, io avrei qualche remore nel compiere un atto simile in quelle condizioni. In aereoporto compro una bottiglia d'acqua naturale  ed eccomi seduta a mio agio  al cornicione di Obika ad aprire i miei pistacchi, ben vestita ed elegante... del resto ho anche l'accortezza di posare  i gusci nella mia Louis Vuitton.

Ma sapete quanti benefici derivano dal comsumo di frutta secca!?
Ne ero stupita anche io fino a quando non ne sono diventata testimone.
Fanno passare mal di testa le mandorle, fanno abbassare il livello di stress e tossine gli anacardi e sono otttima fonte di polifenoli  i pistacchi, utili a combattere i radicali liberi e a far tornare il buonuomore; senza sale, certamente, in comode bustine da 0.99 cent al supermercato SMA di Via Ripamonti a Milano. Sono il mio best snack dell'estate.

(Informazioni piu dettagliate presa da fonti web)

I pistacchi sono costituiti per il 3,9% da acqua, per il 20% da proteine, 27% da carboidrati, 3% da ceneri, 10% da fibre, 27% da carboidrati, 7,60 da zuccheri e per l'1,5% da amido.
Discreta la presenza di minerali, tra cui annoveriamo: calcio, fosforo, potassio, ferro, zinco, magnesio, manganese, fluoro e rame.
Per quanto riguarda le vitamine troviamo la vitamina A, le vitamine B1, B2, B3, B5, B6, la vitamina C e la vitamina E.

Il pistacchio è molto indicato per chi si mette a dieta; infatti contenendo una buona percentuale di fibre e proteine ed essendo molto nutriente, è in grado di calmare a lungo l'appetito permettendo così di mangiare meno durante il pasto che ne segue.

Un sinonimo di freschezza, quando si acquistano pistacchi, è dovuto al suo peso; se il pistacchio è pesante significa che è fresco. Infatti quando il pistacchio invecchia secca e perde peso.
Per quanto riguarda la conservazione i pistacchi si possono conservare fino a sei mesi, meglio se in un vaso chiuso ed in un luogo asciutto.
Strano ma vero, esiste una società, la Western Pistachio Association, che da tempo promuove le proprietà ed i benefici del pistacchio.

Da esperimenti condotti sui topi con olio di pistacchio, è stato dimostrato come quest'ultimo abbia un ruolo attivo nel combattere le infezioni.

In Cina il pistacchio viene anche chiamato " il seme felice ", mentre in Iran viene chiamato " il seme che sorride "; è uno dei due semi con guscio che vengono nominati nella Bibbia.)
Come tutta la frutta secca il pistacchio è in grado di favorire l'abbassamento della percentuale di colesterolo nel sangue riducendo così il rischio di malattie cardiovascolari; infatti la maggior parte dei grassi contenuti nei pistacchi sono monoinsaturi, che a differenza dei grassi saturi contenuti nelle carni rosse, hanno effetti benefici sul fronte della riduzione del colesterolo "cattivo".

Grazie al suo contenuto di vitamina A, di ferro e di fosforo, il pistacchio è un alimento molto indicato come ricostituente del sistema nervoso e sempre grazie alle proprietà di molte sostanze contenute nel pistacchio, come ad esempio gli isoflavoni ed alcuni acidi organici, l'organismo umano, tramite l'assunzione di pistacchi,  è in grado di rafforzare le proprie difese nei confronti degli attacchi dei tanto temuti radicali liberi.
Il pistacchio contiene polifenoli con proprietà antiossidanti ed è stato dimostrato, tramite sperimentazione, la sua capacità di lenire le infiammazioni, di combattere i batteri e i funghi.

Secondo le ultime ricerche condotte dalla American Association for Cancer Research Frontiers, pare che mangiare una ventina di pistacchi al giorno contribuirebbe a ridurre il rischio di insorgenza del tumore al polmone.
Un aiuto molto importante i pistacchi lo forniscono infine dal punto di vista della lotta ai tumori. Contro quello del pancreas in particolare, come anche nel caso del tumore al seno, questa frutta secca fornirebbe un?efficace attività di prevenzione. A sostenerlo uno studio condotto dai ricercatori del Dipartimento di Medicina, Brigham and Women?s Hospital e della Harvard Medical School di Boston.
Lo stesso studio afferma poi come sia da sfatare il ?mito? secondo il quale questi piccoli frutti farebbero ingrassare a causa del loro elevato apporto calorico (circa 650 kcal ogni 100 gr.) e di grassi. Solo parte di questi ultimi verrebbe assimilata dall?organismo, affermazione in linea con i risultati della ricerca: la migliore forma fisica tra i soggetti analizzati era associata a coloro che consumavano più frutta secca col guscio, pistacchi compresi.

E voi siete pronti o a diventare pist/addicted ?

tfstudio ( seguitemi anche su instagram)

tiziana1

L'Autore

Tiziana Fanelli
Tiziana Fanelli, 29 anni
 
 "Healthy food & life style Lover"! 
 
Siamo cio che mangiamo ...
Non e' una frase da " luogo comune" ma una profonda verita'.

Ogni giorno facciamo delle scelte rispetto al cibo di cui ci nutriamo, e ogni giorno il nostro benessere fisico e mentale ne assume le conseguenze.

Scegliere cosa mangiare ha lo stesso valore delle scelte con cui disegniamo il nostro destino, e come per ogni decisione puo' essere presa con coscienza o inconsciamente.
Io credo che la ragione e l'informazione aiutino a migliorare le cose.
Autodidatta leggo tantissimo, libri o su internet e sperimento su me stessa.
In questo blog vi racconterò le mie scelte, abitudini ed esperienze su cio' che riguarda la vita e il cibo in città.

Buon Viaggio con me e le buone (o meno buone) abitudini alimentari.

Tiziana Fanelli

Leave a comment

You are commenting as guest.